lettScopo dell’articolo è stato quello di fornire indicazioni e linee guida per l’utilizzo della Calcio-idrossiapatite (CaHA) con le modalità “diluita” e “iperdiluita” nel miglioramento della qualità cutanea.

Ormai da più di 10 anni la CaHA viene impiegata come filler per la correzione delle rughe e il miglioramento dei volumi del volto. La sua elevata viscoelasticità la rende molto efficace in particolare nei trattamenti full face, senza determinare eccessivi incrementi volumetrici.

Le evidenze cliniche del miglioramento della qualità cutanea a seguito dei trattamenti con CaHA, è stata supportata da riscontri istologici che hanno dimostrato come venga stimolata la produzione di nuove fibre collagene, inizialmente di tipo I, poi gradualmente sostituite dal tipo III, ottenendo dunque un’azione biostimolante oltre che riempitiva.

Più recentemente si è iniziato ad utilizzare CaHA diluita, allo scopo di permetterne meglio la diffusione in ampie aree di trattamento e con finalità soprattutto di biostimolazione. L’autore di questo commento è stato il primo in Italia a mettere a punto la metodica di “diluizione” (HD tecnique), in cui CaHA viene diluita con soluzione fisiologica 1:1 e di “iperdiluizione” (HDD tecnique), in cui CaHA è diluita 1:2 o più.

Nell’articolo la consensus di autori di tutto il mondo ha messo in evidenza l’efficacia dell’utilizzo delle metodiche diluite per il miglioramento della qualità e dello spessore cutaneo, grazie alla biostimolazione che si ottiene. L’impiego si è dimostrato utile non solo sul viso, ma anche sul corpo laddove vi sia una moderata lassità cutanea; particolarmente soddisfacenti sono i risultati che si ottengono nel trattamento del collo e del decolleté.

Nell’articolo è riportata una tabella che riassume i quantitativi di utilizzo e le diluizioni per le varie aree di trattamento; ritengo che le indicazioni date siano corrette, ma che non debbano essere necessariamente prese sempre alla lettera. Fermo restando le diluizioni 1:1 e 1:2 per le metodice rispettivamente di diluizione e iperdiluizione, è necessario però valutare nei singoli casi il quantitativo necessario.  Anche il numero di sedute varia a seconda della gravità dell’aging e della lassità che si devono trattare.

L’impianto mediante ago o cannula viene indicato come dipendente dalle preferenze di chi inietta. Ritengo che soprattutto con queste metodiche di diluizione sia invece assolutamente da preferite l’utilizzo delle microcannule, che consentono di ottenere la diffusione omogenea del prodotto in un piano dermico o immediatamente subdermico, mentre con l’ago è maggiore il rischio di formare boli o di rimanere in un piano troppo profondo o troppo superficiale.

I trattamenti si sono dimostrati sicuri e le complicanze evidenziate sono legate alla tecnica di impianto e non al prodotto.

In conclusione mi permetto di ringraziare Agorà per avermi dato la possibilità di recensire questo articolo la cui tematica è a me molto cara: HD e HDD tecnique è stata oggetto di studio insieme agli autori del commento, nonostante io non compaia fra gli stessi. Mi sono personalmente confrontato e ho condiviso la mia esperienza con i firmatari dell’articolo. Già dal 2013 ho cominciato ad eseguire la tecnica dell’iperdiluizione, oggetto inoltre di tesi con la Scuola Agorà.

  

Autore del contributo di commento:

 ROVATTI PIER PAOLO COMITATOPier Paolo RovattiCollaboratore Società Scientifica Agorà

 

 

 ARTICOLO ORIGINALE OGGETTO DEL COMMENTO:

 

Dermatol Surg.

2018 Nov;44 Suppl 1:S32-S41.

doi: 10.1097/DSS.0000000000001685.

Global Consensus Guidelines for the Injection of Diluted and Hyperdiluted Calcium Hydroxylapatite for Skin Tightening

Goldie K1Peeters W2Alghoul M3Butterwick K4Casabona G5Chao YYY6Costa J7Eviatar J8Fabi SG9Lupo M10Sattler G11Waldorf H12,13Yutskovskaya Y14Lorenc P15.

 

BACKGROUND: Calcium hydroxylapatite (CaHA) is approved to correct moderate-to-severe wrinkles and folds and soft-tissue volume loss in the face and hands. More recently, subdermal injection using diluted CaHA has been used to improve skin laxity.

 

OBJECTIVE: To review evidence for the safe and effective use of diluted CaHA in the face and body and provide best practice recommendations.

 

METHODS: A global panel of expert aesthetic physicians convened to develop consensus-based guidelines for treating laxity and superficial wrinkles using diluted (ratio of 1:1) and hyperdiluted (≥1:2) CaHA.

 

RESULTS: Diluted and hyperdiluted CaHA stimulates targeted neocollagenesis in the injection area to improve laxity and skin quality in the mid- and lower face, neck, décolletage, upper arms, abdomen, upper legs, and buttocks. Treatment can be used as an adjunct to volume augmentation or combined with additional modalities for optimal results. Adverse events are related to the injection and include bruising, swelling, mild pain, and induration. In thinner and darker skin, too-superficial injections of less diluted CaHA can lead to more adverse events.

 

CONCLUSION:This report provides preliminary guidelines for the novel off-label use of CaHA for biostimulation in the face and body. Further trials will provide additional clarity regarding treatment paradigms for optimal outcomes.

 A seguito riportiamo l'approfondimento della revisione con l'articolo originale (accessibile solo agli Associati Agorà)
area riservata

Questo contenuto appartiene alla categoria riservata ai Soci Agorà ed è quindi solo PARZIALMENTE visibile a tutti gli utenti . clicca qui per vedere i privilegi riservati agli Associati Agorà e valutare se di Suo interesse l'adesione anche per visualizzare il contenuto in modo esteso

FaLang translation system by Faboba