MEDICI

ACCESSO UTENTI REGISTRATI - SOCI E STUDENTI

PUNTO DI ACCESSO ASSOCIATI AGORA'

Iscriviti alla newsletter
Newsletter
captcha 
Scrivi il codice che vedi sopra.

lett

“Microanatomy of sensory nerves in the upper eyelid: a cadaveric anatomical study” presentato da autori giapponesi mostra uno studio anatomico su cadavere finalizzato ad una descrizione completa dell’anatomia dei nervi sensitivi nella palpebra superiore e ha lo scopo di fornire informazioni preziose per la chirurgia di questo distretto anatomico.

I nervi sensitivi che coprono la palpebra superiore sono le branche del nervo infratrocleare, sopratrocleare e soprarorbitario. Il numero di queste branche è variabile ma è compreso tra 1,6+/-1,2 , 3,2+/1,5, 2,6+/-1,4 rispettivamente. Le branche del nervo infratrocleare interessano la porzione mediale della palpebra superiore, quelle del sopratrocleare innervano la porzione centrale-mediale e quelle della sovra orbitaria invece si occupano della porzione centro-laterale.

La metodologia adottata è adeguata in termini di qualità dei criteri implementati, numero di soggetti coinvolti, criteri di valutazione dei dati ottenuti, ricerca bibliografica e valutazione delle conclusioni.

In aggiunta alle conoscenze fornite dalla letteratura scientifica, il presente studio rivela nel dettaglio la microanatomia dei nervi sensoriali nella palpebra superiore. I nervi sensitivi dunque decorrono, oltre che nel piano sub orbicolare, anche nel piano preorbicolare o interno al muscolo orbicolare. Alcuni rami innervano la superficie tarsale, la placca congiuntivale, fino alla congiuntiva.

Sebbene l’ iniezione di anestetico locale con adrenalina sia solitamente sufficiente a dare analgesia nelle procedure chirurgiche, talvolta permane dolore o intorpidimento.

La conoscenza dettagliata di questi concetti anatomici permette, con utilizzo di piccole quantità di anestetico locale aggiuntivo, di diminuire queste problematiche postoperatorie.

In questo studio gli autori hanno voluto sottolineare l’importanza della conoscenza anatomica  del distretto in questione per un trattamento corretto e sicuro, privo di complicanze dovute a tecnica incorretta. La conoscenza dell’anatomia dovrebbe sempre essere alla base della valutazione delle pazienti e del trattamento chirurgico loro proposto.

Autore del contributo di commento:

 NOVIELLO SERGIO COMITATO Sergio Noviello Membro del Comitato Scientifico Agorà

con la collaborazione del Dott. Riccardo Martinelli

 

 ARTICOLO ORIGINALE OGGETTO DEL COMMENTO:

Plast Reconstr Surg.
2018 Aug;142(2):345-353.
doi: 10.1097/PRS.0000000000004554.

 

Microanatomy of Sensory Nerves in the Upper Eyelid: A Cadaveric Anatomical Study.

Higashino T1Okazaki MMori HYamaguchi KAkita K.

BACKGROUND:

Plastic surgery requires detailed knowledge of upper eyelid anatomy, but few authors have sufficiently described the specifics of upper eyelid nerve anatomy. This study aimed to provide a thorough description of sensory nerve anatomy in the upper eyelid and to propose considerations for upper eyelid surgery.

 

METHODS:

Sixteen orbits were dissected from 16 fixed, adult human cadavers. Microscopically, the authors identified the main trunks of the infratrochlear, supratrochlear, and supraorbital nerves and all branches that projected toward the upper eyelid. The number, size, and distribution of nerve branches were recorded.

 

RESULTS:

The branches of the infratrochlear, supratrochlear, and supraorbital nerves covered a wide range in the upper eyelid. The mean numbers of branches per nerve were 1.6 ± 1.2, 3.2 ± 1.5, and 2.6 ± 1.4, respectively. The branches of the infratrochlear nerve were distributed throughout the medial area of the upper eyelid. Those of the supratrochlear nerve were distributed throughout the medial and central areas, and the palpebral branches of the supraorbital nerve were distributed throughout the central and lateral areas of the upper eyelid. The lateral branches of the supraorbital nerve and the cutaneous branches of the lacrimal nerve were distributed in the lateral region of the orbit.

 

CONCLUSION:

The authors show that upper eyelid sensation is transmitted mainly by the supratrochlear and supraorbital nerves, and the authors provide a map of the distribution of upper eyelid sensory nerves. This precise anatomical knowledge about upper eyelid sensory nerves will facilitate pain control and help minimize nerve injuries during surgery.

 

 A seguito riportiamo l'approfondimento della revisione con l'articolo originale (accessibile solo agli Associati Agorà)
area riservata

Questo contenuto appartiene alla categoria riservata ai Soci Agorà ed è quindi solo PARZIALMENTE visibile a tutti gli utenti . clicca qui per vedere i privilegi riservati agli Associati Agorà e valutare se di Suo interesse l'adesione anche per visualizzare il contenuto in modo esteso

AGGIORNAMENTI DI LETTERATURA SCIENTIFICA INTERNAZIONALE

MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA' DELLA PELLE MEDIANTE L'UTILIZZO DI VYC-12, UN NUOVO INIETTIVO A BASE DI ACIDO IALURONICO: RISULTATI OGGETTIVI MEDIANTE L'ANALISI DIGITALE

In questo articolo, di cui ho avuto l’onore di essere coautore, viene descritto il metodo utilizzato per verificare l’efficacia di un dermal filler, di nuova generazione, a base di acido jaluronico nel migliormaneto della skin quality. In questo studio policentrico sono state trattate e valutate 40 donne di età media, caratterizzate da diversi gradi di skin aging e trattate in 3 aree anatomiche… Approfondisci

INIEZIONE INTRALESIONALE DI CORTISONE E TOSSINA BOTULINICA NEL TRATTAMENTO DELLE CICATRICI IPERTROFICHE E DEI CHELOIDI: UNA REVIEW SISTEMATICA E META-ANALISI

Questa interessante review e metanalisi analizza e confronta svariati studi internazionali che riguardano l’efficacia dell’iniezione intralesionale di cortisone e tossina botulinica nel trattamento delle cicatrici ipertrofiche e dei cheloidi. In altri studi è già stata evidenziata un’importante effetto dei due farmaci quando utilizzati insieme in questa problemtica. La particolarità di questo… Approfondisci

LA RINOPLASTICA NON CHIRURGICA

Il rinofiller è sicuramente una delle procedure più in risalto da ormai qualche tempo. Molto richiesto, dai risultati entusiasmanti e percepito dai pazienti come una procedura da “pausa pranzo” nasconde però, un lato oscuro rappresentato dalla serietà e gravità delle possibili complicanze che rimangono ancora oggi un evento raro anche in letteratura scientifica internazionale. Questo articolo è… Approfondisci

LA TERAPIA CON RADIOFREQUENZA NELLE MALATTIE DERMATOLOGICHE

La terapia con radiofrequenza nelle malattie dermatologiche La necessità di metodiche non invasive è sempre più sentita non solo per il trattamento di inestetismi ma anche per la terapia di patologie cutanee di varia natura. Tra le varie tecnologie a disposizione, la radiofrequenza (RF) si è dimostrata efficace anche in numerose malattie della pelle. L’OBIETTIVO dello studio è identificare e… Approfondisci

CELLULITE: SELEZIONE DEI PAZIENTI E TRATTAMENTI COMBINATI PER UN RISULTATO OTTIMALE – REVISIONE DELLA LETTERATURA ED ESPERIENZA PERSONALE

Più del 90% delle donne sviluppa, nel corso della propria vita, irregolarità cutanee che possono essere ricondotte a ciò che colloquialmente definiamo cellulite. Medicalmente sappiamo che si tratta di liposclerosi associata a vario grado ad edematofibrosi e ad alterazioni della trama di superficie che ne caratterizzano l’aspetto, a livello dei glutei e della regione trocanterica, “a buccia… Approfondisci

COLLAGENASI DA CLOSTRIDIUM HISTOLYTICUM PER IL TRATTAMENTO DELLA PANNICULOPATIA EDEMATOSA FIBROSCLEROTICA (CELLULITE): UNO STUDIO RANDOMIZZATO

La Panniculopatia edemato-fibro-sclerotica, o “PEFS”, o, con un termine più conosciuto, cellulite, si riscontra in una percentuale che varia dall’80% al 98% nelle donne in età post adolescenziale e, in casi aneddotici, anche nella popolazione maschile. Con questa affermazione, il gruppo di lavoro capitanato da Sadick, da corpo allo studio di Fase 2b, randomizzato, doppio cieco, placebo-controllo… Approfondisci

NITROGLICERINA, O NO, QUANDO TRATTARE UNA IMMINENTE NECROSI DA FILLER

in NECROSI
L’interessante articolo prende in considerazione una review di letteratura dal 2002 al 2018 circa l’uso di nitroglicerina nella gestione delle complicanze da filler per verificarne l’efficacia o meno nella rivascolarizzazione da occlusione da filler iniettato. Sono stati individuati 35 casi e 66 pazienti con età media fra 21 e 54 anni; l’acido jaluronico è stato il filler piu’ coinvolto nelle… Approfondisci

EFFICACIA DI UNA INIEZIONE RETROBULBARE DI JALURONIDASI IN PRESENZA DI UNA CECITA' IATROGENA DEL CONIGLIO MEDIANTE L'UTILIZZO DI UNA INIEZIONE DI FILLER A BASE DI ACIDO IALURONICO

Articolo interessante e da approfondire per diversi spunti che emergono durante la lettura. L’iniezione retrobulbare di jaluronidasi è da sempre un argomento grandemente dibattuto e recentemente sono stati pubblicati articoli e casi che documentano sostanzialmente fallimenti. In tale senso questo articolo, pur avendo alcune criticità, rappresenta una voce fuori dal coro descrivendo un modello… Approfondisci

EFFICACIA E SICUREZZA DI 3 NUOVI FILLER RESILIENTI A BASE DI ACIDO IALURONICO, CROSSLINKED A RIDOTTO CONTENUTO DI BBDE PER IL TRATTAMENTO DELLE RUGHE DINAMICHE: RISULTATI A 18 MESI, STUDIO RANDOMIZZATO CONTROLLATO VERSUS COMPARATORI GIA' A DISPOSIZIONE

Lo studio prende in valutazione l’intera gamma di acidi ialuronici cosiddetti resilienti (capaci di assorbire energia di deformazione elastica) nella capacità di riempimento rughe in confronto ad analoghi gel di altra produzione, in particolare nella piega nasolabiale. Lo studio è stato condotto in doppio cieco, in split face, per 18 mesi, su 90 pazienti. Il giudizio si è basato sulla scala WSRS… Approfondisci

DUE TIPOLOGIE DI TOSSINA BOTULINICA: C' E' UNA DIFFERENZA IN EFFICACIA E DURATA?

Un articolo molto interessante che, a mio giudizio, nasconde una serie di criticità che andrebbero meglio approfondite e analizzate. In primo luogo reputo che l’articolo sarebbe stato più completo se l’analisi non si fosse limitata a soli due tipi di tossine quando sul mercato la scelta attuale riguarda tre tipologie di tossine diverse. In secondo luogo se l’obiettivo dello studio era di valutare… Approfondisci

EFFETTO DI UNA DIVERSA MISURA DELLA SIRINGA NELL'IMPATTO DEL DOLORE DURANTE L'ANESTESIA

In questo semplice quanto interessante articolo l’autore prende in esame tutti i fattori che concorrono all’intensità del dolore durante un’iniezione. Sede anatomica, natura e caratteristiche del prodotto iniettato, tipo di aghi sono fattori già analizzati e indagati in passato; quello su cui l’autore ha concentrato l’attenzione in questo articolo è invece la dimensione della siringa.… Approfondisci

UNA REVIEW SISTEMATICA DEI PATIENT- REPORTED OUTCOMES PER IL GRADO DI SODDISFAZIONE DELLA TOSSINA BOTULINICA

Questo articolo è una massiccia review della letteratura scientifica che riguarda l’uso dei PRO (Patient-reported Outcomes) per valutare il grado di soddisfazione dei pazienti dopo seduta con tossina botulinica nei vari distretti anatomici del viso. I metodi di valutazioni soggettiva, per quanto affidabili su grandi numeri, mantengono il limite di essere criteri di valutazione soggettivi e che… Approfondisci

L’INIEZIONE SOTTOCUTANEA DI ACIDO TRANEXAMICO RIDUCE IL SANGUINAMENTO DURANTE LA CHIRURGIA DERMATOLOGICA: UNO STUDIO CLINICO RANDOMIZZATO, IN DOPPIO CIECO, PLACEBO-CONTROLLATO.

L’obiettivo dello studio è stato quello di valutare la sicurezza e l’efficacia dell’iniezione sottocutanea di acido tranexamico, aggiunto all’anestetico locale, per ridurre il sanguinamento durante chirurgia dermatologica. Lo studio prospettico è stato effettuato su 127 pazienti sottoposti a chirurgia micrografica di Mohs (MMS) per tumori cutanei di testa e collo; per l’anestesia locale si è… Approfondisci

IMPIEGO DELLA LASERTERAPIA DURANTE LA GRAVIDANZA: UNA REVIEW SISTEMATICA DELLA MATERNITA' E DEGLI EFFETTI SUL FETO. REPORT DAL 1960 AL 2017

I trattamenti laser NON vengono praticati in gravidanza e i trattamenti elettivi vengono posticipati post partum. La gravidanza viene comunemente considerata una controindicazione all’utilizzo di trattamenti laser sebbene non ci siano dati scientifici che supportino in modo chiaro e definitivo questa evidenza. In caso di reale necessità la terapia viene effettuata preferibilmente nel II-III… Approfondisci

TECNOLOGIA DISC PER OTTIMIZZARE LE INIEZIONI DI TOSSINA BOTULINICA DI TIPO A: UNO STUDIO PROSPETTIVO, RANDOMIZZATO E INCROCIATO

La tecnologia DISC (Digital Image Speckle Correlation) analizza la deformazione cutanea, da una situazione di riposo ad una massima contrazione muscolare. La forma e la direzione della contrazione sono documentate analizzando le immagini digitali del paziente. Si tratta di una tecnica non da contatto e quindi non invasiva. In questo modo vengono determinati i punti di maggior tensione, punti… Approfondisci

RADIO PEEL—SYNERGISMO TRA RADIOFREQUENZA NANO FRAZIONATA E PEELING CHIMICO ACIDO TRICLORACETICO 20% TRICLOROACETICO

Lo studio è stato effettuato in collaborazione tra 4 dipartimenti di dermatologia ,chirurgia plastica ricostruttiva in Israele. Si valuta un confronto clinico tra 4 differenti protocolli di trattamento per il ringiovanimento cutaneo in 67 pazienti tra 22-80 anni grado di aging da lieve a medio severo del viso ,trattati in 4 gruppi ,ogni gruppo con un protocollo differente. Gruppo 1 solo… Approfondisci

CARATTERISTICHE CUTANEE ED IMMEDIATI EFFETTI DI TRATTAMENTI DERMOCOSMETICI SU CUTE FRANCESE E BRASILIANA

Lo studio è stato .effettuato su 18 pazienti francesi e 18 pazienti brasiliani al fine di valutare come problemi cutanei analoghi rispondono a trattamenti dermocosmetici su cute con caratteristiche differenti. L’applicazione è stata effettuata sulla zona volare dell’avambraccio, valutando differenti parametri strumentali. : idratazione cutanea, azione barriera, luminosità e viscoelasticità… Approfondisci

TECNICHE INNOVATIVE PER I FILI DI TRAZIONE DEL VISO E DEL COLLO

in FILI
Nello studio riportato viene fatta una analisi su una casistica di 151 pazienti (16 uomini e 135 donne) sottoposti a procedura di lifting medico eseguito con diversi fili di sospensione in 4 aree: 1) sopracciglio, 2) area zigomatico malare, 3) area mandibolare, 4) collo. I pazienti sono stati valutati dopo 1 settimana, 1 mese, 3 e 6 mesi. La tecnica di impianto, eseguita in anestesia locale con… Approfondisci

PRODOTTI A BASE DI CELLULE STAMINALI MESENCHIMALI DERIVATE DAL LIQUIDO AMNIOTICO COMBINATE CON MICRONEEDLING PER CICATRICI DA ACNE: STUDIO CLINICO, ISTOLOGICO E ISTOLOGICO A FACCE DIVISE.

Gli autori hanno trattato le cicatrici post acneiche con microneedling e aggiunta di citochine liberate dalle cellule staminali mesenchimali derivate da fluido amniotico (AF-MSC-CM), evidenziando un aumento significativo nella percentuale di miglioramento delle cicatrici. Istologicamente, è stato notato un miglioramento della produzione di collagene, di fibre elastiche ed un significativo aumento… Approfondisci

MICRONEEDLING E PRP PER LE CICATRICI DA ACNE: UN NUOVO STRUMENTO

in PRP
Articolo che mette in evidenza le possibilità di utilizzo del PRP associato al microneedling nel trattamento delle cicatrici da acne. La cicatrice da acne è una cicatrice che trae origine da una infiammazione cistica ascessuale che può colpire il derma molto in profondità, ne consegue che le cicatrici acneiche risultano di difficile eliminazione con metodiche ad azione superficiale. Vengono… Approfondisci

PLASMA RICCO DI PIASTRINE E PLASMA RICCO DI FIBRINA MIGLIORANO GLI ESITI DEL TESSUTO ADIPOSO IMPIANTATO: UNO STUDIO COMPARATIVO

in PRP
Lavoro sperimentale ben strutturato. Dall'analisi si evince che esiste una sovrapponibilità dei risultati tra l'ulilizzo di PRP Plasma e PRP fibrina in associazione al tessuto adiposo impiantato secondo la tecnica dle lipofilling. L'utilizzo del PRP permette il rilascio di GF attivi sulla neo-angiogenesi e neo-vasculogenesi. La creazione di nuovi assi vascolari è la base per l'attecchimento del… Approfondisci

LA RELAZIONE TRA CAPELLI SOTTILI ANDROGENETICI DIAGNOSTICATI DA TRICOSCOPIA E IPERPLASIA PROSTATICA BENIGNA

L’alopecia androgenetica (AGA) e l’Iperplasia Prostatica Benigna (BPH) sono due note condizioni androgeno dipendenti. L’enzima 5 alfa reduttasi (5-ARI) è responsabile della trasformazione del testosterone nel suo metabolita attivo diidrotestosterone (DHT). La 5-alfa reduttasi (5-ARI) tipo I presente nel follicolo pilifero, e le 5-ARI tipo I e II presenti nella prostata sono responsabili… Approfondisci

EFFETTI CLINICI SULLA TEXTURE CUTANEA E SULL'IDRATAZIONE DEL VOLTO ATTRAVERSO L'USO DEL MICROBOTOX E DEL MICRO ACIDO IALURONICO

L’autore di questo articolo riporta la sua esperienza maturata in circa 9 anni su 50 pazienti utilizzando un protocollo di biostimolazione che combina la tossina botulinica con acido jaluronico stabilizzato. L’utilizzo di queste due sostanze è stato adattato per la finalità biostimolante, ricorrendo alla tecnica di “mesobotox” e ad una tecnica iniettiva equivalente per l’acido jaluronico… Approfondisci

SEI ANNI DI ESPERIENZA NELL'USO DI UN ALGORITMO AVANZATO PER APPLICAZIONE DELLA TOSSINA BOTULINICA

“Six years of experience using an advanced algorithm for botulinum toxin application” , presentato da rinomati autori internazionali, consiste in uno studio finalizzato alla presentazione di un algoritmo avanzato per l’utilizzo della tossina botulinica applicata ad un gruppo di pazienti comparato ad un altro gruppo trattato seguendo le linee guida standard. La tossina botulinica rappresenta il… Approfondisci

APPREZZAMENTO DELL'ANATOMIA VASCOLARE NELLA REFLAZIONE ESTETICA DELLA FRONTE

“Appreciation of the vascular anatomy of aesthetic forhead refletion”, presentato da autori canadesi, ha lo scopo di proporre un diverso approccio al trattamento della fronte ripristinando armonia di questo distretto anatomico mediante ripristino volumetrico in associazione con neuro modulazione muscolare. Il trattamento del terzo superiore del volto con tossina botulinica per il sollevamento del… Approfondisci

LINEE GUIDA GLOBALI DI CONSENSO PER L'INIEZIONE DI IDROSSIAPATITE DI CALCIO DILUITO E IPERDILUITO PER IL RAFFORZAMENTO DELLA PELLE.

Scopo dell’articolo è stato quello di fornire indicazioni e linee guida per l’utilizzo della Calcio-idrossiapatite (CaHA) con le modalità “diluita” e “iperdiluita” nel miglioramento della qualità cutanea. Ormai da più di 10 anni la CaHA viene impiegata come filler per la correzione delle rughe e il miglioramento dei volumi del volto. La sua elevata viscoelasticità la rende molto efficace in… Approfondisci

BIOCHIMICA, FISIOLOGIA E INTERAZIONI TISSUTALI DI CONTEMPORANEI FILLER DERMICI BIODEGRADABILI

Gli Autori, considerando che I filler stanno diventando sempre più popolari sia per l'aumento volumetrico dei tessuti molli, sia per il ringiovanimento cutaneo, effettuano una disamina della maggior parte dei prodotti biodegradabili più utilizzati quali l'acido ialuronico, l’ idrossiapatite di calcio e l’acido poli-L-lattico, affermando che Il raggiungimento dei risultati cosmetici desiderati… Approfondisci

COMPARSA DI MICROSTRUTTURE E PROPRIETÀ DI DIFFERENTI MICROCANNULE PER INIEZIONI DI ACIDO IALURONICO

L’incremento volumetrico, specialmente dei compartimenti del volto, è ad oggi, secondo uno studio dell’American Society for Aesethetic Plastic Surgery, uno dei pilastri della moderna Medicina Estetica. Idrossiapatite di calcio, collagene, grasso autologo, acido polilattico o microsfere di polimetilmetarcilato non possono competere con la versatilità e la duttilità dell’acido ialuronico che… Approfondisci

EFFICACIA E SICUREZZA DEL TRATTAMENTO DI CICACTRICI D’ACNE CON ACIDO IALURONICO STABILIZZATO

Lo studio effettuato in unico centro in Belgio valuta il trattamento delle cicatrici atrofiche di grado medio severo del viso con iniezioni di acido ialuronico stabilizzato NASHA – Skinbooster (Restylane Vital ) a concentrazione 20 mg/ml con lidocaina0,3% . Sono stati trattati 12 pazienti tra 27/43 anni nel full face con 2 ml a seduta , previa applicazione di crema anestetica topica ,con… Approfondisci

DURATA, COMPORTAMENTO E TOLLERABILITA' DI 5 TIPI DI IALURONIDASI

Questo lavoro di Casabona et al risulta molto utile per una messa a fuoco non soltanto sull’uso della ialuronidasi in sé, ma soprattutto sulle differenze esistenti fra i vari tipi di ialuronidasi presenti sul mercato. Sono stati utilizzati 5 diversi acidi ialuronici con differenti caratteristiche fisico chimiche (grado di crosslink, concentrazione, coesività) per valutare l’efficacia di 5 diversi… Approfondisci

Agorà dal 1986 attività scientifica e formativa per la Medicina Estetica

33
Anni di Scuola di
Formazione in Medicina Estetica
21 Congressi Scientifici di Rilevanza Internazionali
579 Corsi di formazione organizzati
493 Crediti ECM formativi erogati ogni anno (circa)

specificamedicinaestetica       logofism  sorgentelogoecm  logoiso   logocollegiomedicinaestetica     logouni

Agorà - Società Italiana di Medicina ad Indirizzo Estetico.

Via San Francesco D'Assisi 4/a - 20122 Milano- Italia +39 0286453780 E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

SEGRETERIA SCIENTIFICA, ECM E SEDE DEI CORSI

CENTRO CLINICO E FORMATIVO AGORA'

gestione dei corsi, iscrizione ed informazioni

Via San Francesco D'Assisi 4/A
20122 Milano
Italia

Lun-Ven 9-18

MM LINEA 3 CROCETTA (300 mt)
MM LINEA 3 MISSORI (700 mt)

Parcheggi:

P- Piazza Cardinal Ferraris (100 mt) Autosilo 24h

ZONA AREA C

Tel. +39 0286453780
Fax. +39 0286453792
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

SEDE DELLE ESERCITAZIONI PRATICHE

CENTRO CLINICO AGORA'

Sede dei corsi specificatamente segnalati

Via San Francesco D'Assisi 4/A
20122 Milano
Italia

Lun-Ven 9-19

MM LINEA 3 - CROCETTA


Parcheggi:

P - Piazza Cardinal Ferrari (Autosilo 24h)
P - Via San Francesco D'Assisi, Via Mercalli e Via Beatrice D'Este (striscia blu con ticket)

Tel. +39 02860321
Fax. +39 0280581794
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

PER I PAZIENTI

CENTRO CLINICO AGORA'
visita   https://www.centroclinicoagora.it

 

  

SITE MAP

Powered by Digigreg