ABSTRACT RELAZIONI 2017

ACCESSO UTENTI REGISTRATI - SOCI E STUDENTI

PUNTO DI ACCESSO ASSOCIATI AGORA'


INESTETISMI DEL VOLTO E DEL CORPO: PARTICOLARI STRATEGIE DI TRATTAMENTO

PREVENT, PROTECT, CORRECT, APPROCCIO DERMOCOSMETICO INTEGRATO ALLA MEDICINA ESTETICA

M. Belmontesi

Specialista in Dermatologia e Venereologia

INTRODUZIONE, OBIETTIVI SPECIFICI, SCOPO DELLO STUDIO

L’obiettivo è spiegare l’approccio quotidiano domiciliare di pool di attivi dermocosmetici per la prevenzione e cura del danno cutaneo da foto-inquinamento.

MATERIALI E METODI

La moderna dermocosmesi si avvale di ricerche scientifiche per lo studio dei danni ossidativi indotti dalle radiazioni solari UV-IR e dall’inquinamento ambientale sia di gas che particolato, a carico della cute. Tre sono gli step indispensabili per contrastare l’aggressione radicalica a livello cellulare: prevenire, proteggere e correggere le alterazioni indotte dallo stress ossidativo. Gli antiossidanti risultano indispensabili alleati nella beauty-routine quotidiana, in particolare l’associazione acido ferulico vitamina E e vitamina C (L-ascorbico), e il pool floretina, vitamina C (L-ascorbico), acido ferulico hanno dimostrato un’elevata efficacia nel contrastare l’azione dei radicali liberi a carico delle membrane cellulari e degli organuli intracellulari.

CONCLUSIONI

L’utilizzo quotidiano di pool antiossidanti in forma di siero da applicare in associazione con la foto protezione risulta essere un supporto indispensabile per la prevenzione dei segni di invecchiamento cutaneo sia fotoindotto che da foto-inquinamento.

KEYWORDS

Antiossidanti, photoaging, inquinamento ambientale (pollution)

  • Indicare la molecola/e - Principio attivo/i (se farmaco/device) oppure Tecnologia (se apparecchiatura) impiegati per il lavoro
    antiossidanti: acido ferulico, floretina, acido L-ascorbico, alfa-tocoferolo
  • Indicare il/i nome/i commerciali di quanto sopra indicato
    Skinceuticals Floretin C F e Skinceuticals Ferulic C E

PRINCIPIO/MOLECOLA/TECNOLOGIA

antiossidanti: acido ferulico, floretina, acido L-ascorbico, alfa-tocoferolo

NOME COMMERCIALE

Skinceuticals Floretin C F e Skinceuticals Ferulic C E

 

NEOCOLLAGENOGENESI, UN CHIARIMENTO OBBLIGATO

V. Gennaro

Medico Estetico - Roma

 

Ultimamente, e sempre piu’ spesso, assistiamo nei nostri ambulatori ad una vera e propria invasione da parte dell’industria medica e cosmetica che, con messaggi pubblicitari sibillini ed accattivanti, propone la possibilita’ di stimolare, con macchinari o prodotti, la formazione di nuovo collagene.

Ma da un punto di vista sia deontologico, oltreché clinico, dobbiamo aver chiaro, quando si effettua uno specifico intervento estetico al viso, quale tipo di collagene viene prodotto.

E, soprattutto, se questa neoproduzione di collagene corrisponde ad un reale  ringiovanimento biologico della cute.

Infatti dobbiamo distinguere due tipi di neocollagenogenesi:

-reticolare, che comprende trattamenti per migliorare la cute delle pazienti giovani, stimolando la fisiologia cutanea.

-fibrotica, che comprende trattamenti per migliorare la cute delle pazienti anziane, danneggiando la fisiologia cutanea.

La rigenerazione e’ un processo fisiologico alla base del continuo rinnovamento di alcuni tessuti, tra cui quello cutaneo, attraverso una dissoluzione del tessuto preesistente ed una ricostruzione dello stesso: pertanto in questo caso verra’ eseguita la biostimolazione, che determina una attivazione delle funzioni biologiche della cute per ottimizzare la sua fisiologia ed avere conseguentemente un miglioramento estetico, attraverso lo stimolo dei CD 44, che attivano la produzione di collagene reticolare (tipo III), utile in ogni tipo di cute.

La riparazione e’ un processo biologico utile a compensare la perdita di parte di un tessuto conseguente ad un danno, bilanciata dalla neoformazione di tessuto connettivale detto cicatriziale, costituito da collagene fibrotico (tipo I).

In questo caso quindi il trattamento da eseguire e’ la bioristrutturazione, che determina una alterazione dei normali componenti cutanei e conseguentemente un danno della fisiologia della cute, anche se con miglioramento estetico, attraverso lo stimolo dei CD 39 e dei CD 40 utile solo nelle cuti vecchie.

ULTRASUONO FOCALIZZATO NEL RINGIOVANIMENTO DEL VISO E NEL RIMODELLAMENTO CORPOREO

F. Marini – D. D’Angelo

Sono sempre più numerose le  richieste da parte dei nostri pazienti per procedure  non invasive con lo scopo di indurre lo "skin tightenig “  o il  “body remodeling"  come alternative sicure ed efficaci ai trattamenti chirurgici  del viso e del corpo con possibili effetti collaterali e lunghi tempi di recupero

L’ultrasuono focalizzato ad alta intensità è  una valida alternativa ai trattamenti piu invasivi,   che utilizza le onde acustiche  focalizzandole e concentrandole in determina e precise zone anatomiche.  Gli effetti di ablazione tissutale sono stati sfruttati da tempo   in chirurgia  per il trattamento di  tumori del fegato o del pancreas.

In medicina estetica gli Ultrasuoni Focalizzati ad Alta Intensità, son applicati sulla cute e per via transcutanea  attraversano   gli strati dei tegumenti  per    concentrare    la loro energia  cinetica in aree target  con lo scopo di  creare micro zone di riscaldamento focalizzato    ad una ben precisa e desiderata profondità  nel derma o nel connettivo  subdermico il tutto   senza nuocere le aree e strutture circostant.i

L’energia ultrasonica determina una necrosi coagulativa esclusivamente  in specifiche  microzone tessutali portandole ad una temperatura compresa tra i 65 70 grad.i

E’ possibile variando le frequenza degli ultrasuoni, le convessità  e le geometria  delle lenti depositare  a  diverse profondità la focalizzazione dell’ ultrasuono  per ottenere gli  effetti terapeutici  desiderati.

Infatti  possono essere utilizzati diversi trasduttori in combinazione per trattare il derma superficiale (1.5mm) o profondo (3.0 mm) e lo  SMAS (4.5mm)  per ottenere un effetto liftig del viso o del collo

Oppure l’HIFU può  rappresentare  un alternativa non chirurgica per la rimozione delle adiposità localizzate al fine ottenere  un rimodellamento corporeo ottimale con trsduttori  da 1MHz per trattare a diverse profondità ( 6mm , 9mm) il tessuto adiposo

L’autore fa un resoconto della sua esperienza clinica di 18 mesi documentando i risultati con riscontri fotografici standardizzati in baseline e a 4 mesi dalla seconda applicazione che a sua volta e stata programmata dopo 45/60 giorni dalla primo trattamento.

L’ HIFU o Ultrasuono Focalizzato sella cellula adiposa induce

PRINCIPIO/MOLECOLA/TECNOLOGIA

Ultrasuono focalizzato

NOME COMMERCIALE

Ultrasuono focalizzato - Biotec Italia

Trattamento di smagliature e lassità tessutale con RF ad 1 MHZ  multisorgente frazionata ad aghi, combinata con TCA-H2O2. Nostra esperienza

F. P. Alberico – R. Castellana 

INTRODUZIONE, OBIETTIVI, SCOPO DELLO STUDIO

Per il trattamento delle smagliature ed anche della lassità tessutale a queste spesso associata vengono presentate le prime esperienze ottenute con una RF multisorgente ad 1 MHz, di nuova concezione, fornita di manipolo frazionato aghi; è stata valutata anche l’opportunità di un’associazione  con “medical-device” a base di TCA al 33%, complessato con H2O2. Vengono valutate, in funzione delle singole situazioni da trattare, le più opportune opzioni da scegliere.

MATERIALI E METODI

Il protocollo ha previsto l’impiego, per il trattamento di tali situazioni patologiche, di RF ad aghi per 2/4 sedute totali a cadenza mensile, seguita da applicazione di TCA/ H2O2 ed eventualmente intervallate da sedute settimanali di RF non frazionata, associata sempre a TCA/ H2O2. La novità del trattamento è tutta nella RF “multisorgente”, di concezione assolutamente nuova, in quanto munita di più generatori (da quattro a sei, ognuno con picco di 65 watt) che operano in sequenza di fase, così da consentire una maggiore profondità di penetrazione del segnale. A quasi tutte le pazienti, cui è stato applicato il trattamento “frazionato ad aghi” è stata applicata, prima del trattamento, una formulazione  anestetica.

 

RISULTATI

Oltre il grado di soddisfazione delle Pazienti, principalmente legato al risultato, ma anche ad un minore disagio durante il trattamento, per la rapidità di esecuzione, e nel post, per il modesto down-time, per una più corretta valutazione dei risultati clinici, viene presentata una adeguata iconografia, “pre e post” trattamento, acquisita sia con apparecchiatura fotografica digitale che con un “sistema fotografico” innovativo, ma ampiamente consolidato, in grado di rilevare la texture cutanea ed i contenuti in melanina ed emoglobina.

CONCLUSIONI

L’impiego di questa RF multisorgente di nuova concezione, con le caratteristiche evidenziate, sembra offrire, anche con il manipolo frazionato ad aghi, risultati significativi in termini di efficacia sulla qualità della texture, rapidità di esecuzione, ridotta numerosità e frequenza delle sedute e quindi migliore compliance per le pazienti; con nullo o minimo downtime

 

KEYWORDS

radiofrequenza multisorgente frazionata, medical device, TCA modulato con H2O2

 

PRINCIPIO/MOLECOLA/TECNOLOGIA

TCA 33% MODULATO CON H2O2 + AC.KOGICO 5% - RADIOFREQUENZA 1 MHZ MULTISORGENTE A FASE CONTROLLATA FRAZIONATA AD AGHI

NOME COMMERCIALE

PRX T33 - ENDYMED PRO

MANIPOLO RF MICROAGHI PER IL TRATTAMENTO DI RUGHE, ACNE E CICATRICI – FOCUS SUL VISO

D. Tonini

Medico Chirurgo Specialista in Chirurgia Plastica

INTRODUZIONE, OBIETTIVI SPECIFICI, SCOPO DELLO STUDIO

Il manipolo con 25 microaghi, di alta qualità, sottili e placcati  oro garantisce alti livelli di efficienza con il minimo disagio. Emettendo calore nel derma innesca la produzione di nuovo collagene in grado di rilasciare l'energia in un micro pattern per una distribuzione più uniforme e su tutta la lunghezza degli aghi stessi.

Sia il danno epidermico sia il dolore (a seguito di applicazione di un anestetico locale) sono minimi. 

Il trattamento microaghi  può essere combinato nella stessa seduta con 1 trattamento di rassodamento non ablativo al fine di ottimizzare il processo di ringiovanimento cutaneo.

MATERIALI E METODI

Il manipolo RF con 25 microaghi, di alta qualità, sottili e placcati in oro.

Sedute di RF

RISULTATI

L’utilizzo di questo manipolo RF ha permesso ottimi risultati per rughe profonde, acne e cicatrici traumatiche, così come per il corpo con trattamenti combinati, con alti livelli di efficienza con il minimo disagio.

CONCLUSIONI

Riscontri positivi sui pazienti trattati con risultati di rilievo sia sul viso che sul corpo.

KEYWORDS

Radiofrequenza multisorgente

PRINCIPIO/MOLECOLA/TECNOLOGIA

Radiofrequenza Multisorgente

NOME COMMERCIALE

Endymed 3DEEP

APPLICAZIONE DELL'OSSIGENO OZONO TERAPIA IN MEDICINA ESTETICA: CELLULITE, CAPILLARI E VISO

M. Franzini - M. Gatti

INTRODUZIONE, OBIETTIVI SPECIFICI, SCOPO DELLO STUDIO

L’obiettivo è dimostrare l’efficacia del trattamento con l’ossigeno ozono terapia sia per problemi di cellulite, capillari e per la rivitalizzazione del viso

MATERIALI E METODI

Trattamento Cellulite

300cc suddivisi a 10 cc per punto con concentrazioni varie

Trattamento Capillari

Viene utilizzata un apposita apparecchiatura chiamata flash ozone la quale libera i vasi facendo un azione airblock sui capillari, a questo punto avviene una diatermocoagulazione

Rivitalizzazione del viso

Si fanno micro iniezioni in viso a base di 02 03 a bassa concentrazione,  questo aiuta il micro circolo e di collagene autologo e dando elasticità ai tessuti

RISULTATI

I risultati hanno portato l’evidenza di un riscontro positivo su tutti i pazienti sottoposti a ossigeno ozono terapia.

L’ossigeno ozono terapia è da considerare il trattamento primario per debellare la lipodistrofia (cellulite) grazie ai seguenti esclusivi meccanismi d’azione:

  • Scinde gli acidi grassi nel doppio legame di carbonio riducendo le catene e rendendole idrofile
  • Si lega alla membrana dei globuli rossi e li rende più elastici
  • È idrofobo, perciò elimina l’edema

L’ossigeno ozono sul viso collo e decolletè ridà tono, aiuta il microcircolo e di conseguenza le cellule si rigenerano andando a mantenere tono ed elasticità della pelle, che si rivela cosi sempre più giovane e luminosa.

L’innovativo trattamento dei capillari si basa sull’utilizzo del gas Ossigeno Ozono abbinato a micro correnti ciò per svuotare il vaso e a vaso libero applicare una micro corrente locale che impedisca il ritorno sanguigno, il vaso viene liberato e si mantiene libero.

CONCLUSIONI

L'Ozono scinde gli acidi grassi nel doppio legame di carbonio riducendo le catene e rendendole idrofile.

L'Ozono si lega alla membrana dei globuli rossi e li rende più elastici.

L 'Ozono è idrofobo, perciò elimina l'edema

L’Ozono rida tono e elasticità alla pelle che si rivela cosi sempre più giovane e luminosa

KEYWORDS

Ossigeno Ozono Terapia, Cellulite, Capillari, Rivitalizzazione, Trattamento, Tonicità, Elasticità, Luminosità

PRINCIPIO/MOLECOLA/TECNOLOGIA

Ossigeno Ozono Terapia, Multiossigen med ir 95 e ir 99

NOME COMMERCIALE

Multiossigen med ir 95 e ir 99

LIFTING MEDICO 3D TO STEP: TERAPIE MEDICHE E TERAPIE FISICHE INTEGRATE CON COSMECEUTICI BY ZEIN OBAGI NEI VISI COMPLESSI CON ELASTOSI, CICATRICI E MELASMA

F. Melfa

Medico Estetico – Docente al Master di Medicina Estetica e del Benessere – Univ. Pavia

INTRODUZIONE, OBIETTIVI SPECIFICI, SCOPO DELLO STUDIO

Grazie all’utilizzo combinato di diverse tecniche come peeling, radiofrequenza, laser, tossina botulinica, fillers è stato possibile ottenere un ringiovanimento armonico e naturale del viso tramite un approccio a diversi step del lifting medico.

MATERIALI E METODI

Partendo da un ringiovanimento personalizzato dello strato cutaneo attraverso cosmeceutici domiciliari contenenti principi attivi in grado di agire a livello dell’epidermide e del derma, ideati dal famoso dermatologo americano, i protocolli hanno poi previsto tecniche iniettive così come, in alcuni casi, l’utilizzo di un peeling stimolante di ultima generazione a 3 step sequenziali (l'unico peeling esistente che oltre ad avere un'azione esfoliante di tutta l'epidermide è in grado di stimolare il derma).

In altri casi è stato proposto un programma di trattamento con Radiofrequenza utilizzando più tecniche (no ablativa, ablativa frazionata, con aghi)

RISULTATI

Durante la relazione verranno presentati casi con trattamenti effettuati specifici.

 

CONCLUSIONI

Il lifting medico 3D to step risulta essere un approccio semplice e poco invasivo per un ringiovanimento del viso a step, sia per soggetti giovani per il mantenimento del benessere della pelle che per i soggetti più anziani per un ringiovanimento.

KEYWORDS

Elastosi, melasma, cicatrici, Filler, Tossina Botulinica, lifting medico 3DtoStep, Radiofrequenza, Peeling by Zein Obagi

PRINCIPIO/MOLECOLA/TECNOLOGIA

Retinolo, TCA, Radiofrequenza, Filler acido ialuronico, idrossiapatite di calcio, Tossina botulinica

NOME COMMERCIALE

ZO skin health, Controlled Depth Peel, RF EndyMed 3DEEP, Belotero, Radiesse, Bocouture

CICATRICI CUTANEE. DIVERSE STRATEGIE DI TRATTAMENTO:VASCOLARE,FRAZIONALE ED INTERSTIZIALE

A. Crippa

Medico Chirurgo Spec In Chir D'urgenza E P.S. - Docente International Academy Of Practical Aesthetic Medecine Milan

La cute isola e protegge l'organismo dall'ambiente esterno. Quando la cute subisce una lesione (ferita acuta) o un'alterazione (ferita cronica), il processo di cicatrizzazione mette in atto molte varietà cellulari le cui interazioni sono regolate dalle citochine.

Dopo una ferita, la cicatrizzazione cutanea permette la ricostruzione di un epitelio stratificato (l'epidermide), della giunzione dermoepidermica, del derma e della sua vascolarizzazione.

L'insorgenza di una disfunzione durante questo processo porta a un ritardo di cicatrizzazione, all'evoluzione verso una ferita cronica o a una cicatrice patologica come i cheloidi.

IL LASER AGISCE SULLE ALTERAZIONI DEL MECCANISMO DELLA CICATRIZZAZIONE CON UN’AZIONE METABOLICA –BIOSTIMOLANTE INCREMENTANDO L’ATTIVITA’ METABOLICA.

IL LASER,POI,AUMENTA LA VASODILATAZIONE CON CONSEGUENTE AUMENTO DELLE ATTIVITA’ METABOLICHE CELLULARI.

IL TRATTAMENTO CON IL LASER NATURALMENTE DEVE ESSERE EFFETTUATO CON MECCANISMO INTERSTIZIALE,FRAZIONALE E VASCOLARE E DIPENDE NATURALMENTE DAL TIPO DI ALTERAZIONE DELLA CICATRIZZAZIONE.

LA RELAZIONE SARA’ COMPLETATA DA UNA CASISTICA FOTOGRAFICA E DA FILMATI ESPLICATIVI DELLA METODICA DI TRATTAMENTO E DEI RISULTATI OTTENUTI.

PRINCIPIO/MOLECOLA/TECNOLOGIA

LASER

NOME COMMERCIALE

EUFOTON

ATTUALITÀ DEL TRATTAMENTO CON MICRONEEDLING NEGLI ESITI CICATRIZIALI

A. Casadei

Specialista in Chirurgia Plastica - VicePresidente AICPE 

INTRODUZIONE, OBIETTIVI SPECIFICI, SCOPO DELLO STUDIO

Le scelte di trattamento per le cicatrici da acne includono: tecniche chirurgiche (innesti di cute puntiformi, escissioni puntiformi, subincisioni), tecniche di resurfacing (dermoabrasione, trattamenti con laser ablativi, peel chimici), trattamento laser non-ablativo, trasferimento di grasso autologo e iniezioni di filler dermici. Ad oggi nessun trattamento è stato universalmente efficace

Il microneedling, costituito dall’uso di aghi o ‘micro-aghi’ per ottenere un effetto terapeutico, si fonda sulla formazione di neo-collagene e neo-vascolarizzazione che avviene come risultato del rilascio di fattori di crescita a seguito della puntura del derma da parte dei micro-aghi. Scopo dello studio era di valutare la reale efficacia del trattamento su tessuto cicatriziale di differente etiologia.

MATERIALI E METODI

Questa metodica è stata applicata ad una serie consecutiva di pazienti (30 persone) con cicatrici atrofiche da acne del volto e del corpo e negli esiti cicatriziali stabili o recenti. Infine in cicatrici atrofiche discromiche. In tutti i pazienti, il trattamento delle cicatrici è stato eseguito ogni 28 giorni per cinque volte consecutive. Dopo l’applicazione locale di peeling con acido tricloroacetico tamponato, risciacquo e applicazione di crema anestetica per 30’ si cominciava il trattamento con microneedling. La lunghezza degli aghi (selezionata in base alla profondità delle lesioni presenti) è stata di 1,5 – 2,0mm.  Sono state applicate sulla cute sostanze farmaceutiche ristrutturanti sfruttando il trasferimento trandermico.

Oltre alla valutazione clinica e strumentale delle aree trattate (Dermatoscopio, Fotografia Digitale standardizzata, plicometria,etc.) è stato somministrato un questionario di valutazione ai pazienti e a un gruppo di medici indipendenti.

RISULTATI

Non sono state riportate reazioni avverse maggiori. Rossore per due-tre giorni, senso di secchezza o di tensione cutanea. Non sono state osservate alterazioni cromatiche anche sulle peli con fototipo elevato (IV-V). Dopo tali trattamenti, è stata registrata una risposta clinica positiva della cute cicatriziale con risultati buoni nel 92% dei casi e eccellenti nel 84% dei casi.

CONCLUSIONI

Oltre al miglioramento apprezzabile in tono, trofismo e aspetto, altri vantaggi registrati nel trattamento delle cicatrici con tale metodica è la sua applicabilità su tutti i fototipi cutanei, la ridotta convalescenza rispetto alle tecniche di resurfacing e la facile esecuzione ambulatoriale oltre alla possibilità di raggiungere aree non facilmente trattabili con altre metodiche. Infine non si forma alcuna linea di demarcazione tra la pelle trattata e non-trattata (limitata estensione delle cicatrici) il che significa che non è necessario trattare tutto la pelle oppure ‘sfumare’ i bordi. Alcuni pazienti hanno proseguito i trattamenti anche nel periodo estivo giacché non c’è il rischio di fotosensibilizzazione o di discromia post-infiammatoria perché non sono mai rimossi né lo strato corneo né l’epidermide.

KEYWORDS

Microneedling, microaghi, cicatrici, acne, cicatrici atrofiche

  • Indicare la molecola/e - Principio attivo/i (se farmaco/device) oppure Tecnologia (se apparecchiatura) impiegati per il lavoro
    micro-aghi con movimento reciprocante
  • Indicare il/i nome/i commerciali di quanto sopra indicato
    dermapen

PRINCIPIO/MOLECOLA/TECNOLOGIA

Micro-aghi con movimento reciprocante

NOME COMMERCIALE

Dermapen

 

Agorà dal 1986 attività scientifica e formativa per la Medicina Estetica

32
Anni di Scuola di
Formazione in Medicina Estetica
20 Congressi Scientifici di Rilevanza Internazionali
512 Corsi di formazione organizzati
493 Crediti ECM formativi erogati ogni anno (circa)

specificamedicinaestetica       logofism  sorgentelogoecm  logoiso   logocollegiomedicinaestetica     logouni

Agorà - Società Italiana di Medicina ad Indirizzo Estetico.

Via San Francesco D'Assisi 4/a - 20122 Milano- Italia +39 0286453780 E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

SEGRETERIA SCIENTIFICA, ECM E SEDE DEI CORSI

CENTRO CLINICO E FORMATIVO AGORA'

gestione dei corsi, iscrizione ed informazioni

Via San Francesco D'Assisi 4/A
20122 Milano
Italia

Lun-Ven 9-18

MM LINEA 3 CROCETTA (300 mt)
MM LINEA 3 MISSORI (700 mt)

Parcheggi:

P- Piazza Cardinal Ferraris (100 mt) Autosilo 24h

ZONA AREA C

Tel. +39 0286453780
Fax. +39 0286453792
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

SEDE DELLE ESERCITAZIONI PRATICHE

CENTRO CLINICO AGORA'

Sede dei corsi specificatamente segnalati

Via San Francesco D'Assisi 4/A
20122 Milano
Italia

Lun-Ven 9-19

MM LINEA 3 - CROCETTA


Parcheggi:

P - Piazza Cardinal Ferrari (Autosilo 24h)
P - Via San Francesco D'Assisi, Via Mercalli e Via Beatrice D'Este (striscia blu con ticket)

Tel. +39 02860321
Fax. +39 0280581794
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

PER I PAZIENTI

CENTRO CLINICO AGORA'
visita   https://www.centroclinicoagora.it

 

  

SITE MAP

Powered by Digigreg