ABSTRACT RELAZIONI 2017

ACCESSO UTENTI REGISTRATI - SOCI E STUDENTI

PUNTO DI ACCESSO ASSOCIATI AGORA'


MEDICINA RIGENERATIVA

TERAPIA DOMICILIARE CON I FATTORI DI CRESCITA PIASTRINICI AUTOLOGHI

A. Araco

Medico Chirurgo Estetico

Introduzione

I fattori di crescita piastrinici sono utilizzati in medicina estetica per il ringiovanimento della pelle, in chirurgia estetica come attivatori delle cellule staminali derivate dal grasso e in chirurgia ricostruttiva per il trattamento di ulcere e ferite difficili.

I fattori di crescita derivano dalle piastrine contenute nel plasma del paziente (Platelet Rich Plasma o PRP) e sono ricavati attraverso una semplice metodica ambulatoriale.

Gli studi scientifici sull’efficacia clinica del PRP non hanno ad oggi mostrato risultati univoci e pertanto non vi è un consensus internazionale al loro impiego clinico in medicina estetica.

A mio parere questa carenza deriva da due fattori: il primo consiste nell’assenza di un protocollo univoco di preparazione ed esecuzione del PRP; il secondo nell’assenza di una terapia domiciliare che permetta di implementare e consolidare nel tempo i risultati del trattamento ambulatoriale. Infatti, la concentrazione dei fattori di crescita nel sito di azione è molto elevata inizialmente, ma per un periodo di tempo breve, con conseguente limitazione del loro potenziale biologico.

In collaborazione con l’Università degli studi di Perugia e di Camerino abbiamo realizzato il primo dispositivo medico in grado di mantenere i fattori di crescita derivati dalle piastrine in condizioni ideali per poter essere facilmente conservati e utilizzati a domicilio per un periodo di sette giorni.

Materiali e Metodi

Questo dispositivo medico consiste in una formulazione brevettata simile al plasma che, quanto è a temperatura inferiore ai 25° C, è allo stato liquido, permettendo così la miscelazione omogenea del PRP al suo interno e la sua conservazione nel tempo.

Quando la temperatura raggiunge almeno i 35°C, come avviene quando il dispositivo arricchito di PRP è applicato sulla superficie cutanea o mucosa, si determina il passaggio da liquido a gel, che favorisce la veicolazione dei fattori di crescita.  

Abbiamo studiato sia il numero di piastrine e la loro durata mediante analisi spettrofotometrica, sia la concentrazione e la durata del EGF (Epidermal Growth Factor) mediante analisi Elisa presenti all’interno del dispositivo medico arricchito di PRP.

Risultati

Gli studi condotti hanno dimostrato che all’interno del dispositivo medico arricchito di PRP, il numero di piastrine si mantiene invariato fino a 72 ore e poi si riduce velocemente, mentre l’EGF raggiunge la sua concentrazione massima tra le 24 e le 72 ore e la mantiene costante per almeno 7 giorni.

Discussione

Questo innovativo dispositivo medico, che può essere facilmente arricchito con il PRP, permette di superare il limite dell’utilizzo ambulatoriale dei fattori di crescita.

Infatti, ne permette la loro conservazione, biologicamente attiva fino a sette giorni e quindi il loro impiego domiciliare.

Riteniamo in questo modo che l’efficacia clinica del PRP potrà essere incrementata ulteriormente, poiché solo attraverso la terapia domiciliare la concentrazione biologicamente attiva dei fattori di crescita potrà mantenersi tra una somministrazione ambulatoriale e quella successiva.

LIMITI LEGISLATIVI SULL'UTILIZZO AMBULATORIALE DEI FATTORI DI CRESCITA PIASTRINICI

A. Araco

Medico Chirurgo Estetico

Con il decreto legge n.69 del 2 Novembre 2015 pubblicato in GU il 28 Dicembre 2015 inerente le “Disposizioni relative ai requisiti di qualità e sicurezza del sangue e degli emocomponenti”, si fissano le regole per l’utilizzo delle terapie rigenerative con i derivati del sangue ed in particolare con il plasma (contenente linfociti) e le piastrine (contenenti i fattori di crescita) da parte di tutti i medici liberi professionisti.

Il PRP (Plasma ricco in piastrine) è un gel biologico ottenuto attraverso il prelievo di plasma e piastrine dal proprio sangue (Autologo).

Le piastrine, una volta introdotte nel tessuto organico, si attivano e  rilasciano  fattori di crescita (PDGF, IGF I e II, EGF, VEGF) che promuovono  neoangiogenesi (cioè la comparsa di nuovi vasi), chemiotassi (cioè la migrazione dei macrofagi e dei fibroblasti), sintesi di collagene ed acido ialuronico.

In sostanza, i fattori di crescita liberati dalle piastrine sono in grado di biostimolare ed accelerare i processi di guarigione e rigenerazione dei tessuti.
La tecnica del PRP è utilizzata in diverse branche mediche; in medicina estetica si utilizza principalmente per il ringiovanimento della pelle, per la rigenerazione follicolare (capelli), per il trattamento di smagliature e cicatrici; in chirurgia ricostruttiva si utilizza per accelerare la guarigione delle ferite difficili, ulcere.

In chirurgia estetica ambulatoriale si utilizza in associazione al grasso autologo per aumentarne l’attecchimento e favorire lo sviluppo di cellule staminali.

Le tecniche ambulatoriali che si sono maggiormente sviluppate sono chiamate “nanofat” e “microfat”.   

La nuova legge regola pertanto tutti gli aspetti relativi alla sicurezza ed alle modalità di utilizzo degli emoderivati per uso non trasfusionale tra cui le più rilevanti:

- Il concentrato piastrinico deve avere concentrazione piastrinica pari a 1.000.000/ Microlitri (Più o meno 20%) e volume variabile secondo la tipologia di utilizzo. Può essere usato fresco o dopo congelamento.  

- La produzione di emocomponenti autologhi (plasma e piastrine) per uso non trasfusionale al di fuori dei servizi trasfusionali (quindi negli studi medici) può essere effettuata nell’ambito della convenzione con l’Azienda Sanitaria in cui opera il servizio trasfusionale di riferimento.

- Gli emocomponenti autologhi per uso non trasfusionale (plasma e piastrine) possono essere utilizzati per uso topico su superfici cutanee o mucose; per infiltrazione intra-tissutale o intra-articolare; localmente in sedi chirurgiche da solo o addizionato con materiale biologico non cellulare. 

- Riguardo alla raccolta e produzione degli emoderivati, gli esami di validazione biologica possono essere omessi se il prelievo, produzione ed applicazione sono previsti in un'unica seduta senza alcuna conservazione del prodotto.

- Per la produzione e l’applicazione degli emocomponenti da utilizzare per via non trasfusionale sono utilizzati dispositivi medici autorizzati per l’uso specifico secondo il D.L. 24 febbraio 1997 n.46 (Dispositivi medici di classe IIA o superiore).

- Il volume di sangue periferico prelevato deve essere di piccola entità, non superiore a 60 ml per singola procedura e il prodotto preparato deve essere applicato immediatamente dopo la preparazione.    

IL RISULTATO DELL’USO DEI FATTORI DI CRESCITA PIASTRINICI DIPENDE DA UNA CORRETTA PREPARAZIONE

M. Ceccarelli

Docente Medicina Estetica e Medicina Fisiologica - Università di Barcellona - Spagna

 

Il risultato clinico dello stimolo biologico con fattori di crescita piastrinici varia per diverse ragioni. La principale di queste è la corretta separazione e quantizzazione dei fattori da utilizzare.

In particolare si deve considerare:

  • La capacità di concentrazione del tubo utilizzato (fattore 1)
  • La quantità di piastrine presente nel sangue del paziente (fattore 2)
  • Il valore ematocrito del paziente
  • Il volume di tessuto da trattare

Si descrive il razionale dei diversi punti e lo schema di calcolo necessario ad ottenere una corretta risposta clinica.

Agorà dal 1986 attività scientifica e formativa per la Medicina Estetica

32
Anni di Scuola di
Formazione in Medicina Estetica
20 Congressi Scientifici di Rilevanza Internazionali
512 Corsi di formazione organizzati
493 Crediti ECM formativi erogati ogni anno (circa)
 

specificamedicinaestetica       logofism  sorgentelogoecm  logoiso   logocollegiomedicinaestetica     logouni

Agorà - Società Italiana di Medicina ad Indirizzo Estetico.

Via San Francesco D'Assisi 4/a - 20122 Milano- Italia +39 0286453780 E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

SEGRETERIA SCIENTIFICA, ECM E SEDE DEI CORSI

CENTRO CLINICO E FORMATIVO AGORA'

gestione dei corsi, iscrizione ed informazioni

Via San Francesco D'Assisi 4/A
20122 Milano
Italia

Lun-Ven 9-18

MM LINEA 3 CROCETTA (300 mt)
MM LINEA 3 MISSORI (700 mt)

Parcheggi:

P- Piazza Cardinal Ferraris (100 mt) Autosilo 24h

ZONA AREA C

Tel. +39 0286453780
Fax. +39 0286453792
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

SEDE DELLE ESERCITAZIONI PRATICHE

CENTRO CLINICO AGORA'

Sede dei corsi specificatamente segnalati

Via San Francesco D'Assisi 4/A
20122 Milano
Italia

Lun-Ven 9-19

MM LINEA 3 - CROCETTA


Parcheggi:

P - Piazza Cardinal Ferrari (Autosilo 24h)
P - Via San Francesco D'Assisi, Via Mercalli e Via Beatrice D'Este (striscia blu con ticket)

Tel. +39 02860321
Fax. +39 0280581794
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

PER I PAZIENTI

CENTRO CLINICO AGORA'
visita   https://www.centroclinicoagora.it

 

  

SITE MAP

Powered by Digigreg