lett

Con il trascorrere degli anni l’assottigliamento della cute e del grasso sottocutaneo della mano porta in evidenza le vene e i tendini estensori, rendendo l’aspetto del dorso della mano scarno e scheletrico.

Inizialmente per la correzione di questo inestetismo è stata utilizzata la tecnica di lipofilling, o reimpianto di grasso autologo, e successivamente si sono utilizzati il Collagene, l’Acido Ialuronico e l’Idrossiapatite di calcio.

In questo studio open-label, randomizzato, condotto in un unico centro privato, viene utilizzato un nuovo gel a piccole particelle di acido ialuronico (SPHA) per il trattamento dell’invecchiamento fotoindotto del dorso della mano.

Sono state reclutate 25 pazienti sane, in età compresa tra i 40 e i 70 anni, con un assottigliamento della cute del dorso della mano.

Le mani sono state valutate dall’investigatore e dal soggetto secondo la scala di valutazione Merz dell’invecchiamento della mano con valori compresi tra 0 e 4 dove 0 indica la totale assenza di perdita di tessuto sottocutaneo e 4 una perdita molto severa.

L’inoculazione intradermica di 1 ml di gel a base di SPHA in concentrazione di 20 mg/ml, con lidocaina allo 0,3%, è stata effettuata su una sola mano.

Secondo gli Autori i risultati evidenziano un miglioramento nella mano trattata di almeno un grado della scala di valutazione Merz nel 100% dei pazienti ad un mese dal trattamento e del 50% a sei mesi dal trattamento.

Il metodo viene dichiarato sicuro e non vengono evidenziati effetti collaterali e complicanze nonostante si deduca l’utilizzo di un ago per l’iniezione intradermica (con la cannula non è possibile iniettare a questo livello).

Gli Autori non descrivono la tecnica di iniezione, né il tipo di ago utilizzato.

I risultati dello studio sembrano essere promettenti ma non particolarmente significativi per il campione di pazienti non rilevante e per la scarsa durata del follow-up.

 

 

Autore del contributo di commento:

 PIERSINI PATRIZIA COMITATO Patrizia Piersini - Membro del Comitato Scientifico Agorà

 

 ARTICOLO ORIGINALE OGGETTO DEL COMMENTO:

Dermatol Surg.

2018 Jan;44(1):68-74.

doi: 10.1097/DSS.0000000000001251.

 

Small-Particle Hyaluronic Acid Gel Treatment of Photoaged Hands.

Wilkerson EC1Goldberg DJ1,2.

BACKGROUND:
Aging hands tend to lose subcutaneous volume resulting in prominence of the underlying vessels, tendons, and bone contributing to an aged appearance. Dermal fillers have been successfully used to improve the appearance of the aging dorsal hand.

OBJECTIVE:
The objective is to evaluate the safety and efficacy of a small-particle hyaluronic acid (SPHA) injectable gel for the treatment of photoaged volume loss of the hands.

MATERIALS AND METHODS:
This is an open-label, prospective, randomized, interventional, study. Twenty-five healthy female volunteer subjects aged 40 to 70 years with photoaged thinning of the hands received an injection of an SPHA gel to the dorsal aspect of 1 hand. Subjects were followed up for 6 months. The hands were evaluated at regular intervals according to a 5-point validated hand grading scale.

RESULTS:
The average hand grading scores demonstrated statistically significant improvement at all time points compared with baseline. Eighty-eight percent to 100% of subjects achieved improvement at 1 month after treatment, and 50% to 83% maintained at least 1 point improvement at 6 months. There were no adverse events reported.

CONCLUSION:
The investigated SPHA is a safe and effective method for improving the thinned and photoaged appearance of the hands

 

 A seguito riportiamo l'approfondimento della revisione con l'articolo originale (accessibile solo agli Associati Agorà)
area riservata

Questo contenuto appartiene alla categoria riservata ai Soci Agorà ed è quindi solo PARZIALMENTE visibile a tutti gli utenti . clicca qui per vedere i privilegi riservati agli Associati Agorà e valutare se di Suo interesse l'adesione anche per visualizzare il contenuto in modo esteso

FaLang translation system by Faboba