top of page

La medicina estetica 2.0 garantisce più armonia

Parole d’ordine, rallentare l’invecchiamento, in pratica, il sogno di tutti. Come fare? Un grande aiuto arriva dalla medicina estetica che, come dice Andrea Cordovana, primario di senologia, medico e chirurgo estetico e docente della Scuola di Medicina Estetica Agorà di Milano “cura il benessere psico-fisico dei pazienti, migliorando la qualità della vita di chi soffre un disagio dovuto ad un inestetismo”. Addirittura, ora, si parla di medicina estetica 2.0, la nuova era dove prevale la cura e l’armonia, il benessere, il ringiovanimento a impatto meno eclatante, meno rigonfiamenti. “Lavorando nelle scuole a livello accademico -continua Cordovana- si percepisce la necessità di travalicare il passato e le stesse aziende producono prodotti più soft non solo per un effetto estetico ma anche curativo e preventivo”. Ora, il campo di azione della medicina estetica spazia dalla prevenzione nella formazione degli inestetismi alla correzione, mediante interventi non invasivi. “Troppo spesso la medicina estetica viene identificata come la medicina delle punturine, frivola, un po’ inutile e utilizzata in maniera speculativa per ringiovanire o farsi belle. Oppure, peggio ancora, come la responsabile di una deriva del gusto che porta a trasformare il proprio viso in una maschera innaturale fatta di volumi eccessivi e forme distorte spesso prive di eleganza, armonia ed equilibrio”. In realtà la medicina estetica si è evoluta in maniera importante negli ultimi vent’anni, e “da disciplina complementare della chirurgia estetica ha assunto sempre più un ruolo centrale, svincolato dalle logiche che volevano tale disciplina come un vezzo per pochi”. E’ chiaro che migliorando la propria autostima, l’individuo può ristabilire un giusto e sano approccio relazionale con le altre persone. Tra le novità, ecco il protocollo di bioringiovanimento cutaneo di AeFFe Medical & Beauty. “Un trattamento che vuole offrire un reale beneficio in termini di prevenzione, controllo dell’invecchiamento o, in alcuni casi, un vero e proprio ringiovanimento che deve agire simultaneamente su più distretti, essere ben tollerato, possibilmente indolore, a bassissimo rischio e ripetibile anche per periodi molto lunghi”. Esistono in Italia numerose Scuole di Medicina ad Indirizzo Estetico e tre Società Scientifiche di Medicina Estetica riconosciute a livello Ministeriale: SIME (Roma), Agorà (Milano) e Valet (Bologna). Queste Società si sono riunite in un’unica Associazione (Collegio delle Società di Medicina Estetica) che si propone di garantire la sicurezza e la qualità delle cure, di formare Medici Estetici esperti e competenti, di realizzare linee guida relative ai vari trattamenti e di offrire aggiornamento continuo e certificato. “La possibilità di verificare se il proprio Medico Estetico è inserito in questo elenco garantisce alle pazienti una opportunità in termini di sicurezza e di qualità delle prestazioni ricevute”.













Kommentare


bottom of page