Medicina Estetica: perché sempre più uomini ricorrono ai “ritocchini”?

Uomini e medicina estetica. Già perché sono loro i più attenti al loro aspetto. Non solo per quanto riguarda lo skincare o il make up ma anche per il ritocco estetico.

Secondo gli ultimi dati dell’Osservatorio Agorà, il 43% degli uomini richiede l’uso dei filler tra i 30 e i 60 anni, una fascia piuttosto ampia. I filler sono seguiti dalla richiesta del botox in zone sempre più specifiche, come le rughe d’espressione glabellari (75%) o dell’area perioculare (25%). Cresce anche la domanda del microbotox che si attesta attorno al 40 per cento. Negli Usa questo aumento di trattamenti di medicina estetica viene chiamato il Daddy-Do-Over, una sorta d Mummy-make-over declinato al maschile, che serve per aumentare la fiducia e migliorare l’aspetto fisico. Ovviamente, gli uomini non subiscono gli stessi cambiamenti fisici che le donne hanno durante la gravidanza, ma pure loro invecchiano e con gli anni cambia anche il loro stile di vita. Vuoi una remise en forme dopo un divorzio, una nuova paternità, un avanzamento di carriera, una nuova compagna di vita, tutti cambiamenti che richiedono un refresh per essere “healthy and in shape”.


Leggi tutto l'articolo

FONTE Vogue.it


©2023  Agorà - Società Scientifica Italiana di Medicina Estetica - Provider Agorà Servizi Srl - 04494220967