NITROGLICERINA, O NO, QUANDO TRATTARE UNA IMMINENTE NECROSI DA FILLER



NITROGLICERINA, O NO, QUANDO TRATTARE UNA IMMINENTE NECROSI DA FILLER


L’interessante articolo prende in considerazione una review di letteratura dal 2002 al 2018 circa l’uso di nitroglicerina nella gestione delle complicanze da filler per verificarne l’efficacia o meno nella rivascolarizzazione da occlusione da filler iniettato.


Sono stati individuati 35 casi e 66 pazienti con età media fra 21 e 54 anni; l’acido jaluronico è stato il filler piu’ coinvolto nelle complicanze ( 61 si 66) , mentre le aree piu’ interessate sono state l’area nasale (27 casi) e l’area nasogeniena (25 casi).


L’uso di nitroglicerina topica è stata documentata nell’uso in 7 dei 66 casi esaminati, e nei 7 casi la nitroglicerina topica è stata usata in associazione con Jaluronidasi. In 6 casi su 7 l’uso combinato di nitroglicerina topica ha comportato un arresto nella progressione di necrosi (85%) , essendo applicata inizialmente al momento della supposta necrosi , e quindi da 8 ore a 3 giorni dopo.


Il meccanismo d’azione della nitroglicerina coinvolge sia il sistema arterioso che quello venoso , con un incremento della perfusione nelle aree in cui applicata.


È difficile stabilire la sua reale azione se usata da sola , in quanto non esistono studi in letteratura che ne riportino i gradi di efficacia reali. Sicuramente rappresenta un valido ausilio laddove usata in combinazione con le jaluronidasi , soprattutto nelle complicanze da filler nella regione nasale ( soprattutto se trattate dopo rinoplastiche chirurgiche).


Autore del contributo di commento:

Maurizio Cavallini - Membro del Comitato Scientifico Agorà 

 ABSTRACT ARTICOLO ORIGINALE

OGGETTO DEL CONTRIBUTO DI COMMENTO


Dermatol Surg.

2020

DOI: 10.1097/DSS.0000000000002030


Nitroglycerin, or Not, When Treating Impending Filler Necrosis

Sama K. Carley, MD,* Christina N. Kraus, MD,* and Joel L. Cohen, MD*†


BACKGROUND Dermal necrosis is a rare yet serious risk associated with cosmetic filler injections, and although current consensus recommends the use of hyaluronidase injections in cases of hyaluronic acid filler,the efficacy of topical nitroglycerin as a treatment has not yet been fully investigated.


OBJECTIVE To review the literature on tissue necrosis resulting from soft tissue augmentation and to highlight the use of topical nitroglycerin as a first-line treatment.


METHODS A review of the literature was performed with no time limitations resulting in 35 articles and 66 patients who experienced tissue necrosis secondary to injectable fillers. Articles were reviewed for pertinent information and presented.


RESULTS Only 7 of the 66 reported cases (10%) used topical nitroglycerin as a treatment. Six of 7 (85%) were successful in halting the impending necrosis. Fifty-nine patients received alternative treatments, with hyaluronidase injection being the most common. Few reports of novel treatments for necrosis included the use oftopical growth factors and injection of adipose-derived stem cells.


CONCLUSION Topical nitroglycerin is a potentially effective and underused treatment for tissue necrosis from soft tissue augmentation, but because data are very limited, topical nitroglycerin should be used inconjunction with hyaluronidase injections in cases of hyaluronic acid filler dermal necrosis.

ARTICOLO ORIGINALE IN VERSIONE INTEGRALE

Questo contenuto appartiene alla categoria riservata ai Soci Agorà:

clicca su "Punto di accesso sezione riservata ai soci" per prendere visione dell'articolo in versione integrale.


Non sei ancora socio?

Clicca sull'immagine per prendere visione dei servizi associativi ed entrare a far parte della Società Scientifica Agorà


©2023  Agorà - Società Scientifica Italiana di Medicina Estetica - Provider Agorà Servizi Srl - 04494220967