GLI ADOLESCENTI CON GINECOMASTIA RICHIEDONO UNA VALUTAZIONE DI ROUTINE DA PARTE DELL'ENDOCRINOLOGIA?


GLI ADOLESCENTI CON GINECOMASTIA RICHIEDONO UNA VALUTAZIONE DI ROUTINE DA PARTE DELL'ENDOCRINOLOGIA?


Background: La ginecomastia, una patologia molto frequente nel sesso maschile, presenta caratteristici picchi di prevalenza in età neonatale, durante lo sviluppo puberale e tra i 50 e gli 80 anni.


L’eziologia della ginecomastia nel soggetto adulto è complessa, mentre nella sua manifestazione neonatale ed adolescenziale essa è generalmente legata a alterazioni estrogeniche per lo più transitorie e, pertanto, il quadro è spesso reversibile entro l’anno dall’insorgenza.


Razionale dello studio e risultati: L’articolo presenta un’analisi retrospettiva condotta su una coorte di adolescenti affetti da ginecomastia nell’intento di chiarire l’utilità costo/beneficio dell’inquadramento endocrinologico in questo subset di pazienti.


Malhotra e coll. hanno esaminato i dati (antropometrici, endocrinologici, terapeutici ed i rispettivi costi) relativamente a 197 adolescenti affetti da ginecomastia (età media alla diagnosi 11.4 aa, range 1-15.5 aa, max 18 aa) che sono stati valutati presso il British Columbia Children’s Hospital di Vancouver in un arco temporale di 26 anni (1990-2015). Nel 92% dei casi le ginecomastia è stata etichettata come fisiologica o puberale, mentre nell’8% dei casi (n=16) si è arrivati ad una diagnosi di forme secondarie; è interessante notare come 10 pazienti su 16 delle forme secondarie avessero un’anamnesi positiva per uso di sostanze da abuso e solo in 6 casi sia stata identificata una patologia di pertinenza endocrinologica (sdr. di Klinefelter n=3, iperplasia surrenalica congenita n=1, sindrome metabolica n=1, ipoplasia testicolare n=1). La spesa stimata per la valutazione endocrinologica ammonta a 389 $/paziente.


Conclusioni e commenti: Gli autori concludono l’analisi sostenendo che la valutazione endocrinologica di routine in questo specifico subset di pazienti non sia vantaggiosa, né raccomandabile, a meno che non vi siano spunti clinici e/o anamnestici sospetti (i.e. galattorrea, disturbi cognitivo-comportamentali, ipoplasia testicolare ecc); l’indicazione chirurgica è invece consigliabile nel caso la ginecomastia si protragga oltre i 16 anni di età.



Autore del contributo di commento:

Elisa Verrua - Collaboratrice Scientifica Agorà 

 ABSTRACT ARTICOLO ORIGINALE

OGGETTO DEL CONTRIBUTO DI COMMENTO


Plast Reconstr Surg.

2018 Jul;142(1):9e-16e.

doi: 10.1097/PRS.0000000000004465


Do Adolescents with Gynecomastia Require Routine Evaluation by Endocrinology?

Malhotra AK, Amed S, Bucevska M, Bush KL, Arneja JS.



BACKGROUND: Primary evidence for the role of endocrinologic investigations in patients with adolescent gynecomastia is lacking in the current literature. The objective of this study was to assess the yield of endocrinologic investigations in the evaluation of adolescent gynecomastia to inform current practice for this common condition.

METHODS: A 26-year retrospective review was conducted. Data collection included patients with gynecomastia presenting to endocrinology at a quaternary children's hospital with a catchment area of 1 million. Clinical metrics, endocrinologic results, treatments, and costs were reviewed.

RESULTS: One hundred ninety-seven patients met inclusion criteria. Ninety-eight (50 percent) were overweight or obese and 29 (15 percent) had a positive family history. The median age at onset was 11.5 years; 25 cases (13 percent) were prepubertal. A total of 15 patients (7.6 percent) were diagnosed with secondary gynecomastia (10 related to exogenous substance use). Endocrine investigations were performed in 173 patients (87 percent), with positive findings in three cases (1.7 percent). One hundred one patients were observed, with a median age at resolution of 14.6 years; 86 patients underwent surgery at a median age of 16.5 years. The case-cost of endocrine evaluation was $389.

CONCLUSIONS: Endocrinologic workup identified secondary gynecomastia in 7.6 percent of patients, of which only 1.7 percent were evident on blood work. This workup is associated with an avoidable case-cost burden to the health care system and largely unnecessary testing for the child. Because a majority of secondary gynecomastia cases (67 percent) were drug-induced, we do not suggest routine endocrinology workup, as it adds little value. The authors' data suggest that referral for surgery is warranted if gynecomastia persists beyond 16 years of age.

CLINICAL QUESTION/LEVEL OF EVIDENCE: Diagnostic, IV.


ARTICOLO ORIGINALE IN VERSIONE INTEGRALE

Questo contenuto appartiene alla categoria riservata ai Soci Agorà:

clicca su "Punto di accesso sezione riservata ai soci" per prendere visione dell'articolo in versione integrale.


Non sei ancora socio?

Clicca sull'immagine per prendere visione dei servizi associativi ed entrare a far parte della Società Scientifica Agorà


©2023  Agorà - Società Scientifica Italiana di Medicina Estetica - Provider Agorà Servizi Srl - 04494220967