LA TERAPIA CON RADIOFREQUENZA NELLE MALATTIE DERMATOLOGICHE



LA TERAPIA CON RADIOFREQUENZA NELLE MALATTIE DERMATOLOGICHE


La necessità di metodiche non invasive è sempre più sentita non solo per il trattamento di inestetismi ma anche per la terapia di patologie cutanee di varia natura. Tra le varie tecnologie a disposizione, la radiofrequenza (RF) si è dimostrata efficace anche in numerose malattie della pelle.


L’OBIETTIVO dello studio è identificare e descrivere, attraverso il database PubMed, gli studi in cui la RF era stata utilizzata per il trattamento di condizioni patologiche cutanee, ed esplorarne il potenziale per ulteriori applicazioni nelle malattie dermatologiche. Sono stati esaminati 54 articoli che soddisfacevano i criteri di ammissibilità. RF bipolari, frazionate a microplasmi e ad aghi sono state utilizzate nella terapia dell’acne: hanno determinato un miglioramento degli esiti cicatriziali, riduzione di papule e pustole, della dilatazione dei pori e della produzione di sebo.


La maggioranza dei soggetti (65% –100%) ha espresso soddisfazione per il trattamento e nel 95% ha riferito miglioramento soggettivo dell’acne. Il trattamento della iperidrosi ascellare idiopatica con RF frazionata ad aghi ha determinato diminuzione della sudorazione con riduzione dell’Hyperhidrosis Desease Severity Scale e del test di Minor. All’istologia le ghiandole sudoripare sono risultate ridotte; la soddisfazione dei pazienti è stata del 50-90%.

La RF pulsata è stata sperimentata come terapia adiuvante nel trattamento delle ulcere da decubito, diabetiche, venose e delle ferite croniche, con riduzione dei tempi di guarigione e del dolore. Numerose neoformazioni cutanee, quali cheratosi seborroiche, neurofibromi, fibroangiomi, cilindromi, teleangectasie e spider nevi sono state trattate con successo con RF ablativa. (Si ricorda che storicamente il diatermocoagulatore era lo strumento usato dal dermatologo in epoca pre-laser per la rimozione di neoformazioni benigne e maligne!) L’utilizzo della RF nel Linfangioma circoscritto di cute, cavità orale e lingua ha portato a riduzione dei sintomi e delle dimensioni delle lesioni.


Il trattamento della Leishmaniasi cutanea con RF ha determinato risultati uguali se non leggermente superiori rispetto alla terapia con infiltrazione intralesionale di antimoniali. Nelle cicatrici ipertrofiche e da ustioni, la RF NA e frazionata a microplasmi e ad aghi ha migliorato l’aspetto clinico delle lesioni: l’istologia ha evidenziato diminuzione degli pseudonoduli e incremento del collagene.


A livello venoso, la termoablazione endovenosa e segmentale è stata utilizzata con successo per il trattamento di varicosità dell’arto inferiore. I risultati sono risultati sovrapponibili ai trattamenti laser e stabili nel tempo. L’articolo dà una buona visione di alcune possibilità terapeutiche di questa metodica, nata con la valenza di un laser chirurgico e vascolare “ante-litteram”, ma attualmente presa in considerazione solo per i suoi effetti in medicina estetica.


Autore del contributo di commento:

Fiorella Bini - Membro del Comitato Scientifico Agorà 

 ABSTRACT ARTICOLO ORIGINALE

OGGETTO DEL CONTRIBUTO DI COMMENTO


Dermatol Surg.

2019

DOI: 10.1097/DSS.0000000000001925


Radiofrequency Therapy and Noncosmetic Cutaneous Conditions


Chloe Ekelem, MD, MPH,* Logan Thomas, MD,* Michele Van Hal, MD,*Manuel Valdebran, MD,* Ali Lotfizadeh, MD, MPH,† Karolina Mlynek, MD, MBA,‡ and Natasha Atanaskova Mesinkovska, MD, PhD*


BACKGROUND The need for noninvasive methods in treatment of cutaneous disease has continued toevolve exponentially. Amidst the search for technologies, radiofrequency (RF) has proven efficacious innumerous skin disease processes. Although RF is well known for its cosmetic utility, its mechanism is valued inthe treatment of many noncosmetic cutaneous conditions of various etiologies.


OBJECTIVE To identify and describe studies in which RF was used to treat noncosmetic skin conditions andto explore the potential of this modality for further application in dermatologic diseases.


MATERIALS AND METHODS The PubMed database was used to find relevant articles.


RESULTS This search strategy yielded 54 articles that met the eligibility criteria. Noncosmetic indications discussed in these articles include varicose veins (n = 10,550), lymphangioma circumscriptum (n = 72), cutaneousneoplasms (n = 42), cutaneous leishmaniasis (n = 743), acne and acne scarring (n = 158), non–acnescarring (n = 43), primary axillary hyperhidrosis (n = 76), and acute and chronic wounds (n = 94).


CONCLUSION Treatment with RF is an effective, generally noninvasive modality with a relatively short postprocedure recovery time and little potential for severe adverse effects in the treatment of several cutaneous conditions. Further clinical studies would prove useful to assess the efficacy and cost-effectiveness ofthis treatment.


ARTICOLO ORIGINALE IN VERSIONE INTEGRALE

Questo contenuto appartiene alla categoria riservata ai Soci Agorà:

clicca su "Punto di accesso sezione riservata ai soci" per prendere visione dell'articolo in versione integrale.


Non sei ancora socio?

Clicca sull'immagine per prendere visione dei servizi associativi ed entrare a far parte della Società Scientifica Agorà


©2023  Agorà - Società Scientifica Italiana di Medicina Estetica - Provider Agorà Servizi Srl - 04494220967