EFFICACIA DEI TUTORI UNGUEALI NELL’ONICOCRIPTOSI ACUTA E CRONICA: UNO STUDIO PROSPETTICO



EFFICACIA DEI TUTORI UNGUEALI NELL’ONICOCRIPTOSI ACUTA E CRONICA: UNO STUDIO PROSPETTICO

L’onicocriptosi è una delle patologie ungueali più diffuse, determinata dalla penetrazione della lamina ungueale nel solco ungueale e nel tessuto molle circostante; generalmente tale affezione è a carico dell’alluce.

L’onicocriptosi può essere convenzionalmente suddivisa in due tipologie, acuta e cronica: il primo tipo è caratterizzato da eritema, infiammazione e/o infezione con tessuto di granulazione, mentre il secondo si manifesta con lamine distrofiche con atrofia del letto ungueale ed ipertrofia della piega ungueale laterale, in assenza di infiammazione.

La terapia dell’onicocriptosi si avvale di trattamenti convenzionali chirurgici, con la rimozione di parte della lamina (onicectomia parziale) e successivo trattamento della piega ungueale con acido fenolico o tricloroacetico; tuttavia, il dolore dell’anestesia, l’emorragia post-operatoria, il dolore post-trattamento e l’aspetto poco gradevole della lamina causano insoddisfazione da parte del paziente.

Prendendo atto degli approcci terapeutici alternativi proposti in letteratura utilizzando dispositivi che permettano un trattamento conservativo della patologia, il gruppo di lavoro di Wang e colleghi ha ideato uno studio prospettico utilizzando due diverse tipologie di tutori ungueali su 53 pazienti affetti da onicocriptosi di età superiore ai 12 anni, visitati tra gennaio e luglio 2018. Pazienti affetti da concomitanti patologie ungueali (psoriasi, onicomicosi severa e terapie mirate per onicocriptosi) non sono stati inclusi nello studio.

I pazienti sono stati suddivisi in due gruppi: il primo braccio, i cui partecipanti presentavano onicocriptosi cronica, è stato trattato con il tutore 2 (costituito da un gancio a molla e un tampone adesivo quadrato), mentre il secondo braccio di studio, i cui pazienti mostravano onicocriptosi acuta con paronichia severa, utilizzava in combinazione il tutore 2 e il tutore 1 (cuscinetto adesivo con un filo attivante incorporato); entrambi i gruppi sono stati seguiti con follow-up clinico ogni 2-4 settimane fino a 6 mesi totali.

Il gruppo I ha raggiunto ottimi risultati a 6 mesi (81.4% dei casi), mentre nel gruppo II già dopo un mese il risultato ottimale è stato raggiunto nel 71.9% dei pazienti, con aumento all’83.3% al terzo mese. Non sono state rilevate differenze tra i due gruppi in termini di recidiva e complicazioni. I pazienti lamentavano unicamente minima sensazione di corpo estraneo, con alto grado di soddisfazione al termine del trattamento.

Nonostante questo studio manchi di un gruppo comparativo trattato con chirurgia convenzionale, esso ha mostrato l’efficacia di due diverse tipologie di tutori ungueali nel trattamento di entrambe le fasi dell’onicocriptosi (acuta e cronica), con un protocollo ben strutturato ed un regolare follow-up.

Ulteriori studi randomizzati caso-controllo sono necessari per valutare l’efficacia dei tutori ungueali rispetto alla matricectomia chirurgica o chimica, soprattutto per l’onicocriptosi di tipo acuto infiammatorio.



Autore del contributo di commento:

Michela Brena - Collaboratore Scientifico Agorà 

 ABSTRACT ARTICOLO ORIGINALE

OGGETTO DEL CONTRIBUTO DI COMMENTO


Dermatol Surg

2020

DOI: 10.1097/DSS.0000000000001905


Efficacy of Nail Braces for Acute and Chronic Ingrown Toenails: A Prospective Study


Hsiao-Han Wang, MD,*† Ting-Hua Yang, MD,*† Che-Wei Liu, MD,‡ Tsung-Yu Tsai, MD,*and Yu-Chen Huang, MD*†


BACKGROUND Nail braces are an alternative treatment for ingrown toenails.


OBJECTIVE This study aimed to prospectively examine the efficacy of nail braces for treatment of acuteinflamed (AI)-type and chronic dystrophic–type ingrown toenails.


MATERIALS AND METHODS The authors conducted a prospective study of patients with ingrown toenailstreated at Wan Fang Hospital between January 1, 2017, and July 31, 2018. Evaluation using physician globalassessment scores and patient satisfaction questionnaires was performed at 1, 3, and 6 months after the startof treatment and during the final visit. Patient demographics, treatment courses, and outcomes were comparedbetween the 2 types of ingrown toenails.


RESULTS Chronic dystrophic–type and AI-type ingrown toenails were observed in 25 (61 sides) and 28patients (35 sides), respectively. Of the affected sides, 80.9%, 94.9%, and 100% achieved an excellent or fairresult at 1, 3, and 6 months, respectively. Treatment duration and follow-up period were 179.2 6 96.8 days and281.6 6 120.9, respectively. The recurrence rate was 7.4%. The treatment course and response were differentbetween the 2 types of ingrown toenails.


CONCLUSION Ingrown toenails could be effectively treated with nail braces with excellent outcomes,favorable patient satisfaction, and low recurrence rates.The authors have indicated no significant interest with commercial supporters.

ARTICOLO ORIGINALE IN VERSIONE INTEGRALE

Questo contenuto appartiene alla categoria riservata ai Soci Agorà:

clicca su "Punto di accesso sezione riservata ai soci" per prendere visione dell'articolo in versione integrale.


Non sei ancora socio?

Clicca sull'immagine per prendere visione dei servizi associativi ed entrare a far parte della Società Scientifica Agorà


©2023  Agorà - Società Scientifica Italiana di Medicina Estetica - Provider Agorà Servizi Srl - 04494220967